top of page

BIO

Cristina Barbieri nasce a Reggio Emilia dove studia presso il Liceo Artistico Gaetano Chierici diplomandosi come Maestro d'Arte nella sezione"Oreficeria-Metalli" e contemporaneamente consegue una specializzazione presso il medesimo Istituto nel ramo della Scultura in Marmo. Dopo anni vissuti a Milano in cui lavora nel campo dell'intrattenimento musicale ad alti livelli, nel 2008 torna stabilmente in Emilia Romagna, precisamente a Nonantola, dove tutt’ora abita e lavora. Negli anni a venire espone le proprie opere in location e contesti prestigiosi sia in mostre collettive che personali riuscendo ad ottenere premi e riconoscimenti a livello nazionale in concorsi per artisti come Paratissima Talents. Sul finire dell'anno comincia ad interessarsi alla bioarte ed alla biodiversità che la porta ad intraprendere un percorso di ricerca molto immersivo verso la micologia.

EDUCATION

 

2023-2025 Corso Micologia con l’ente di formazione Forma Futuro

2022 Attestato di Gemmologia con l’ente di formazione Paigem

1995-1999 Diploma di Maestra d'Arte Liceo Artistico G.Chierici (RE) | Sezione Gioielleria | Studio dell'Arte Orafa e dei Metalli applicati. Specializzazione nella Scultura su Marmo.

STATEMENT

Dopo aver sperimentato la materia attraverso il colore, i metalli e i tessuti, la ricerca dell’artista approda allo studio dei miceti e delle loro peculiarità per raccontare di un Regno che è sotto i nostri occhi, seppur invisibile.

 

Combustioni, tagli, essiccazioni, la mente creativa di Cristina Barbieri si incontra con la micologia dando vita a molteplici composizioni inedite e sorprendenti. Con fare meticoloso essa tratta con tensione esplorativa il vivere stesso del Regno dei Funghi rendendo artistico il comportamento dei suoi organismi. Il non padroneggiabile comportarsi della materia organica ed i suoi tempi lunghi, sono il focus del suo intero lavoro che punta a sensibilizzare lo spettatore sull’intelligenza sensoriale della natura, in un mondo sempre più proiettato verso un’intelligenza di tipo artificiale. Barbieri ci fa fare un sapiente passo indietro, funge da tramite tra noi e questi organismi che abitano la Terra da prima dell’uomo e che digeriscono con il mondo da sempre, che lo assorbono proprio come fa l’artista con la propria arte. I suoi interventi minuziosi, attraverso la tecnica di asciugatura e di stabilizzazione del micelio, diventano il medium tra lei e i suoi intenti espressivi e ciò che resta, che arriva a noi, è lo scheletro di questa intensa performance che mira a rendere consapevole il fruitore sull'intelligenza sensoriale ed emotiva della natura, riconnettendo l’uomo a questa potenza genetrice, entrandoci in connessione. Sappiamo molto poco di materia ed energia che cooperano silenziosamente, così come delle trame del nostro istinto che difficilmente vengono fuori in quanto ramificate spesso nell'inconscio, nel buio dell'anima, ma in profondità, dentro di noi, come nel sottosuolo, c'è una luce che merita di essere esaltata.

 

A cura di Fabiana Maiorano

SOLO EXHIBITIONS

2024: "Volevo Energia" presso Space Gallery, Modena a cura di Fabiana Maiorano

2024: "Un Altro Modo di Possedere" presso Aemilia, Nonatola a cura di Pamela Tavernari e Massimo Baldini

2024: "Essiccazioni / Pelle - Involucro del Corpo" presso PHI Hotel Correggio ,Reggio Emilia, esposizione permanente

2024: Esposizione privata presso PHI Hotel Modena, in occasione del concerto con guida all'ascolto di Paola Iommi, insegnante di pianoforte

GROUP EXHIBITIONS

2023: “Psiche” presso Fondazione Amedeo Modigliani, Roma a cura di Augusto Poderosi

2023: Concorso Vinicolo “Modena&Lambrusco”, Modena curato da Space Gallery Modena

2022: Paratissima Talents presso ARTiglieria Con/temporary Art Center, Torino

2022: Modigliani Opera Vision Biennale Venezia presso Complesso Monumentale “La Pietà”, Venezia a cura di Fabrizio Checchi

2022: Contemporanea presso Galleria de Marchi, Bologna a cura di Fabiana Maiorano a Alisia Viola

2021: Viaf2021 presso Palazzo Albrizzi-Capello, Venezia a cura di Luca Curci

2021: Visioni d’Arte presso Bunker Villa Palladiana, Vicenza a cura di Roberto Settin

2020: Esposizione del progetto “Daimon”, in collaborazione con il fotografo Ernesto Brusati presso Space Gallery Carpi, Modena

2020: Paratissima Torino presso ARTiglieria Con/temporary Art Center, Torino a cura di Giulia Giglio e Paolo Lolicata

AWARD

 

2023: Selezionata tra i finalisti della Prima Edizione del Premio Luigi Candiani Prize

2023: Vincitrice del Secondo Premio della Prima Edizione "Modena&Lambrusco"

2022: Selezionata tra i finalisti - sezione Pittura - Prima Edizione del Premio Fondazione Amedeo Modigliani

2022: Selezionata tra i vincitori - sezione Rebirthing – Art To Restart - “Paratissima Talents”

2003:Terza classificata - sezione Collage - Quadriennale "Leonardo da Vinci" con premiazione a Palazzo Barberini, Roma

 

PRESS-TALK

 

2023: Articolo per Arte.go a cura di Fabiana Maiorano, Italia | leggi qui

​2023: Intervista per Exibart Italia | leggi qui

2022: Articolo per Megazine ANM a cura di Marina Bergonzi, educatrice museale presso Mudec, Palazzo Reale, Museo Popoli e Culture | leggi qui

2021: Intervista per il Magazine ITSLIQUID, Italia | leggi qui

Image by Damir Omerović
bottom of page